Se Equitalia richiede l’iscrizione dell’ipoteca per un debito tributario non pagato, noi possiamo contestare in commissione tributaria la legittimità della richiesta di pagamento da parte della società pubblica, ma non possiamo opporci all’iscrizione dell’ipoteca se non per vizi dell’atto e non perché non esiste il debito. L’illegittimità dell’iscrizione può valore solo se l’agente impegnato nella riscossione ha omesso l’invio al debitore di una notifica, o se il documento recapitato non indica la somma per cui si chiede l’iscrizione.

Ci si può opporre anche se il debito complessivo è inferiori o pari a 20.000 euro. non si può richiedere l’iscrizione dell’ipoteca se il debitore ha ottenuto la rateazione del debito – si può farlo solo se l’istanza è respinta o se il contribuente perde il beneficio della rateazione.

Il contribuente debitore ha anche la possibilità di mettere in vendita il bene ipotecato. In questo caso all’agente della riscossione spetta il diritto di ottenere il corrispettivo della vendita. Dovrà ridare indietro l’eccedenza rispetto al debito entro dieci giorni lavorativi dall’incasso.

Difendersi da Equitalia

Rateizzare i debiti

La richiesta di una proroga

Compensare crediti e debiti fiscali

photo credit: Phillip via photopin cc