Si avvicina – c’è tempo fino alla fine di maggio – il tempo della Dichiarazione dei Redditi 2013 – ovviamente riguarda i redditi dell’anno precedente. Iniziamo a scriverne oggi spiegando chi può essere esonerato dalla sua presentazione. Rientrano in questa categoria chi ha redditi che vengono solo da abitazione principale (più relative pertinenze ed altri fabbricati non locati), redditi da lavoro dipendente o pensione, oppure esenti o ancora soggetti ad imposta sostitutiva/ritenuta alla fonte a titolo di imposta (come i proventi dalle attività finanziarie).

Se si dispongono di più redditi provenienti da questa fonte, è necessario che un sostituto d’imposta abbia effettuato il conguaglio per tutti i redditi… Un altro motivo per essere esonerati è l’avere redditi al di sotto di certi limiti. Non è necessaria la dichiarazione se:

1) si dispone di redditi da terreni e/o fabbricati uguali o inferiori ai 500 euro;

2) si dispone di redditi da lavoro dipendente o assimilato (più altre tipologie di reddito) pari o inferiori agli ottomila euro;

3) si dispone di pensioni (più altre tipologie di reddito) pari o inferiori ai 7.500 euro;

4) si dispone di assegno periodico corrisposto dal coniuge per cifre pari o inferiori ai 7.500 euro;

5) si dispone di redditi occasionali o da attività di lavoro autonomo occasionale per cifre pari o inferiori a 4.800 euro;

6) si dispone di compensi da attività sportive dilettantistiche per valori uguali o inferiori a 28.158,28 euro.

photo credit: anieto2k via photopin cc