Ve l’ho scritto qualche giorno fa: “la legge di Stabilità 2013, ha prolungato fino alla fine di quest’anno la detrazione Irpef del 50% sulle ristrutturazioni edilizie – il tetto massimo è di 96.000 euro. Dal 2015 la detrazione scenderà al 40% e nell’anno successivo ritorneremo al 36% – e su una spesa massima consentita di 48.000 euro“.

Molti non ci pensano, ma si può sfruttare la detrazione fiscale del 50%, in molti modi. Uno di questi può essere rappresentato dall’acquisto di un box auto (non in tutti i casi però). Ovviamente è necessario che tra questo bene immobile e la nostra abitazione principale sussista un vincolo di pertinenza

Tutto è più facile se casa e box vengono acquistati con lo stesso atto notarile… In caso contrario è necessario che l’atto indichi la pertinenza. Un ultimo promemoria: possono accedere all’agevolazione del 50% anche costi collegati all’acquisto dell’abitazione principale come le spese per la progettazione e le altre prestazioni professionali connesse, le spese per l’acquisto dei materiali, le spese per perizie e sopralluoghi, l’Iva, l’imposta di bollo e i diritti pagati per le concessioni, le autorizzazioni e le denunce di inizio lavori, gli oneri di urbanizzazione.
photo credit: eLKayPics via photopin cc