L’ho scritto ieri: il governo Letta ha stabilito una proroga per gli interventi di efficienza energetica e le ristrutturazioni. Per i primi il bonus fiscale sarà del 65%, per i secondi del 50. C’è tempo fino alla fine dell’anno per i privati, e fino al 2014 per i condomini. Quali spese potranno usufruire di queste detrazioni? Si potranno applicare ad esempio alle spese sostenute per cambiare gli infissi della propria abitazione.

Il bonus sarà ripartito in dieci quote annuali di pari importo. Non si può usufruire del bonus del 65% se le finestre non saranno ad alto rendimento. Per ottenere la detrazione è necessario fare una pratica con l’Enea entro 90 giorni dalla fine dei lavori. Il proprietario può fare tutto di persona compilando online una scheda e conservando la certificazione del produttore relativa agli infissi installati.

Un’altra spesa che può usufruire della detrazione del 65% è rappresentata dall’installazione di una nuova caldaia da alta efficienza – vale sia per i privati che per i condomini. Altre possibilità sono rappresentate dagli interventi di riqualificazione energetica della facciata dell’edificio – ma in questo caso bisogna ricorrere all’intervento di un tecnico specializzato -, dall’installazione di un climatizzatore – o condizionatore – ma solo a pompa di calore, da pannelli solari.

Per l’arredamento della casa, gli interventi in cucina, per rifare il pavimento  o la ristrutturazione del bagno si potrà invece usufruire della detrazione al 50%. E’ la prima volta e rappresenta ovviamente un intervento per cercare di stimolare i consumi…

photo credit: Michael R. Swigart via photopin cc