L’Agenzia delle Entrate ha diramato un comunicato in cui ha reso noto che potrebbero esserci alcuni problemi in merito alla presenza delle detrazioni dei farmaci e delle altre spese mediche sul prossimo modello 730 precompilato. Come ha spiegato anche la direttrice dell’Agenzia delle Entrate, Rossella Orlandi, il problema sarebbe stato originato dalle farmacie, alcune delle quali avrebbero equivocato i propri obblighi di legge.

In merito alle detrazioni sui farmaci, la Orlandi avrebbe spiegato: “C’è un problema con le farmacie, alcune associazioni di categoria nonostante la legge hanno equivocato sul termine e non hanno conservato parte degli scontrini. C’è una difficoltà oggettiva della categoria, la memoria è stata cancellata e le informazioni sono irrecuperabili“. Insomma, vi sarebbero alcuni problemi tecnici che si sta cercando di risolvere ma che potrebbero arrecare qualche problema al prossimo 730 precompilato, in cui potrebbero mancare le spese sostenute per l’acquisto di farmaci e per cui si avrebbe diritto alle detrazioni.

Proprio a causa di questi problemi tecnici, e dato che si tratta del primo anno in cui è entrato in vigore il 730 precompilato, la direttrice dell’Agenzia delle Entrate anticipa che si sta pensando di concedere una proroga della scadenza a tutti i contribuenti che presentano il 730.

Per quanto riguarda invece la possibilità che possano essere comminate sanzioni, la Orlandi avrebbe assicurato che almeno per questo primo anno, l’Agenzia delle Entrate non applicherà ammende per ritardo lieve o in caso di errori altrettanto lievi. Altra faccenda nel caso in cui la dichiarazione non venga presentata affatto: in tale ipotesi, infatti, restano le sanzioni applicate secondo le norme vigenti.