La nostra economia sta affrontando un momento molto difficile e il settore delle automotive, è vero, in Italia e in Europa è in netta flessione, per questo è necessario che gli imprenditori, come i cittadini si assumano le loro responsabilità. La critica di Della Valle alla FIAT

In questi giorni, con un comunicato freddo e nemmeno troppo esplicativo, Fiat ha deciso di abbandonare il progetto Fabbrica Italia, un impegno che l’azienda automobilistica torinese aveva preso con l’Italia, con i lavoratori e con i cittadini.

La “scusa ufficiale” è che non ci sono più i presupposti per portare avanti il modello produttivo lanciato nel 2010 che doveva traghettare l’Italia fino al 2014. Critico sulla decisione Della Valle che è intervenuto molto durante contro l’azienda automobilistica torinese, durante l’ultima puntata de L’Infedele, la trasmissione di Gad Lerner.

Ecco le parole di Della Valle, così come le riportano i maggiori giornali nazionali;

Il fatto che si tenti per far passare per fatto normale che un impegno importante preso con il paese, con gli italiani e soprattutto con i lavoratori, sia diventato un pourparler e si potrà ridiscutere quando ce ne sarà il tempo, questo è un comportamento che non è condivisibile da imprenditori seri, in un momento così complicato, in un momento in cui il rapporto del mondo del lavoro deve essere di tutt’altra natura.