L’Italia arranca nel settore finanziario. Nonostante il rimbalzo tecnico di Piazza Affari, la situazione in Europa e nel Belpaese è ancora critica. E l’agenzia Fitch è pronta a cogliere la palla al balzo.Le agenzie di rating hanno sempre avuto un tempismo perfetto nel confermare con le loro opinioni il giudizio già dato dai mercati. Anche l’agenzia Fitch sembra operare in questo modo e adesso che l’Italia è pronta ai sacrifici, ha deciso di tagliare il rating del nostro paese.

Stavolta non siamo di fronte alla solita minaccia. A dire che l’Italia sta per perdere la sua A+ è lo stesso capo della divisione rating sovrani dell’agenzia internazionale di classificazione, David Riley. È stata avviata da Fitch una revisione già a dicembre, appena completa l’analisi il downgrade dovrebbe essere ad un passo.

Per Riley l’Italia dovrebbe concentrarsi sulla crisi di liquidità e mettere i suoi conti al sicuro. Una mossa che secondo il premier Monti è già stata fatta. Ma le rassicurazioni che arrivano dal governo tecnico non sembrano rassicurare l’Europa che sembra ancora molto preoccupata per le sorti del nostro paese.

È questo che ha spinto le agenzie a tenere d’occhio l’Italia, peccato che le note della Fitch siano al lordo delle considerazioni relative al controllo che sull’agenzia esercita la Fimalac francese.