Tutti coloro che devono avere dei soldi dalla Pubblica amministrazione potranno riceverli iscrivendosi al sito del ministero dell’Economia”. a dirlo il premier Matteo Renzi, che aggiunge: “Chi va sul sito del governo trova la pratica per poter ricevere i denari. Intanto i soldi ci sono e quindi il 21 settembre l’impegno a pagare i debiti 2013 è mantenuto”.

Nei mesi scorsi la denuncia della Cgia di Mestre che analizzando i dati di Intrum Justitia elaborati sui primi tre mesi dell’anno. Secondo questo studio l’Italia è il peggior pagatore d’Europa, infatti la Pubblica amministrazione italiana ora che riesce a pagare un’impresa ci vogliono ben 165 giorni, e occorrono almeno 94 giorni prima che i fornitori ricevano quanto dovuto loro dalle imprese.

“Rispetto alla media dell’Unione europea la nostra Pa impiega 107 giorni in più per saldare le imprese, arrivando così a totalizzare ben 165 giorni di ritardo, con un’impresa su cinque che è costretta dunque a licenziare”, aveva dichiarato il presidente della Cgia di Mestre Giuseppe Bertolussi,.

Ora la rassicurazione del capo del governo Matteo Renzi (foto by InfoPhoto) che ammette una mancanza di 3 miliardi di euro ma non di 60 mld.