L’andamento migliore delle attese dei dati economici pubblicati oggi, in particolare con riferimento al mercato immobiliare, ha spinto al rialzo Wall Street che si è lasciato andare all’ottimismo alla vigilia della cruciale riunione dell’Eurogruppo che inizierà domani. Il Dow Jones Industrial e il Nasdaq sono saliti dello 0,7% e lo S&P500 dello 0,9%.

Immobiliari in gran risalto

I titoli del settore immobiliare hanno registrato un’ottima performance grazie all’andamento migliore delle attese dei contratti preliminari di acquisto di case, saliti del 5,9% rispetto al mese precedente contro stime di consensus a +1,5%. L’indice  di riferimento del comparto è salito del 3%. Anche gli ordini di beni durevoli sono saliti più delle attese, dando fiducia al mercato, anche se qualche perplessità è stata suscitata dall’andamento degli ordini ex-trasporti.

Tra i titoli a maggiore capitalizzazione del mercato, Exxon è salita dell’1% per il rimbalzo del prezzo del petrolio, con il WTI tornato sopra la soglia degli 80 dollari al barile, mentre JP Morgan è salita del 3% sulla scia del rimbalzo dei titoli finanziari europei.

È stata, invece, una seduta critica per Facebook, per le raccomandazioni all’insegna della prudenza di molte investment bank e, soprattutto, per la stima di Morgan Stanley, che aveva curato la quotazione del titolo, secondo cui il titolo non vale più del suo prezzo di debutto a 38 dollari per azioni. Il titolo ha perso il 2,6% a 32,23 dollari.