(Finanza.com) Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, si è soffermato oggi su due temi d’attualità: la crisi economica e la condizione giovanile “fattasi sempre più critica nel nostro Paese”. Napolitano, intervenuto durante l’incontro al Quirinale sulle ricerche e il dibattito in rete promosse dall’Osservatorio Lavoro dell’Arel, ha ricordato le tappe della crisi mondiale iniziata nel 2008 negli Stati Uniti e poi propagatasi “al resto del mondo come crisi finanziaria, successivamente concentratasi e caratterizzatasi nei paesi dell’euro, come crisi del debito sovrano”. Una crisi divenuta anche “economica e sociale in conseguenza delle politiche di bilancio restrittive, delle scelte di risanamento e consolidamento fiscale adottate per far fronte alla pressione dei mercati finanziari sui titoli del nostro debito pubblico”.