La terza banca italiana continua a vivere giorni complicati, anche perché il suo primo azionista si trova alle strette. Nel mese di gennaio la Fondazione Mps ha venduto sul mercato l’1,8% del capitale in suo possesso, ed è scesa al 31,5% in Monte Paschi Siena. In questi giorni Palazzo Sansedoni è sceso di un altro 1%…

L’ente però si deve occupare di cedere una percentuale ben più sostanziosa del capitale della banca, e infatti sta portando avanti una serie di negoziati assistita da Lazard. I tavoli aperti sarebbero tre o quattro e riguarderebbero tutti investitori esteri.

Uno di questi tavoli riguarderebbe Qadic (Qatar Abu Dhabi Investment Company), fondo d’investimento partecipato dal fondo sovrano di Abu Dhabi, Ipic e dal governo del Qatar. Quando si chiuderà è difficile dirlo, ma sicuramente bisogna fare abbastanza in fretta, visto che a giugno c’è l’aumento di capitale e la Fondazione si deve sfilare prima. E poi bisogna rimborsare i 340 milioni di ebito dell’ente.

Senza parlare dei 250 milioni di debiti della Sansedoni, una holding partecipata che raccoglie gli investimenti nel mattone…

photo credit: Geekr via photopin cc