Sale la produzione industriale italiana ad aprile.
Dopo il calo registrato a marzo, nel quarto mese dell’anno il dato ha fatto segnare una crescita dello 0,7% sul mese precedente e dell’1,6% su base annua: si tratta, dati Istat, dell’aumento più sostenuto da agosto 2011, spinto soprattutto dal comparto energia.
Spiazzate le attese degli analisti, orientati su un aumento meno deciso.

La crescita della produzione industriale, dopo un mese di marzo in cui il dato è risultato  in calo sia in termini congiunturali che tendenziali (rispettivamente -0,4% e -0,1%), è tornata nuovamente in terreno positivo e, se si considera il solo dato mensile, era da gennaio che ciò non accadeva.
Variazioni di segno positivo ad aprile si sono rilevate sia per l’energia (+3%), sia per i beni di consumo (+2,2%), sia per i beni intermedi (+0,5%), mentre la variazione è risultata negativa per i beni strumentali (-1,3%).
Per quanto riguarda i comparti industriali, infine, la variazione è stata positiva (+0,4%) solo per le attività manifatturiere.

Considerando la media del trimestre febbraio-aprile 2014 il dato rimane comunque negativo (-0,1% sul trimestre precedente), ma analizzando i numeri dell’istituto nazionale di statistica relativi ai primi quattro mesi dell’anno la produzione industriale ha fatto registrare, in media, un aumento dello 0,8% (foto by InfoPhoto).