Dopo la notizia sull’aumento dell’1,6% della produzione industriale italiana tra aprile 2014 e 2013, ed il superindicatore Ocse che vede l’Italia con aumenti percentuali più che doppi rispetto alla Germania, registriamo un’altra notizia economica positiva: nel primo trimestre di quest’anno la spesa delle famiglie italiane risulta con un piccolo segno più – lo 0,1% –  se confrontata con il trimestre precedente – ma se il confronto è con lo stesso trimestre dell’anno passato dobbiamo registrare ancora una volta un segno negativo, ovvero un -0,6%.

Anche se ci sono queste notizie positive non si può dimenticare che l’Istat conferma il calo nel primo trimestre del 2014 del Pil: siamo allo -0,1% su base congiunturale e del -0,5% su base tendenziale. Da rilevare che il Pil, se negli altri tre trimestri segnasse una variazione percentuale nulla, su base annuale mostrerebbe un calo dello 0,2%.

LEGGI ANCHE
Crisi Italia 2014: Italia unico paese G7 a registrare un’accelerazione della crescita
Rating Italia 2014: S&P conferma giudizio BBB, presto per giudicare Renzi

Crisi Italia 2014: colpito anche il lavoro nero

photo credit: Polycart via photopin cc