Incredibile a dirsi, ma arrivano segnali positivi dall’economia italiana: l’Istat ha registrato una crescita della produzione industriale di aprile, siamo al +1,6% se il termine di confronto è aprile 2013 e +0,7% se invece il paragone e marzo 2014. Non basta… Secondo il superindice dell’Ocse – è un indicatore che anticipa i punti di svolta nell’attività economia rispetto alla tendenza generale – l’Italia è l’unico paese del G7 a registrare un’accelerazione della crescita nel mese di aprile.

Per l’Italia l’indicatore segna un rispettabile 101,6 in aprile – un mese fa eravamo a 101,4. L’incremento dell’indice su base annua è pari al 2,4%, una performance che doppia quella della Germania, che nello stesso periodo ha visto crescere il proprio indice dell’1,05%. Complessivamente il  superindice mostra una performance positiva per l’Eurozona, ma con valori inferiori a quelli medi complessivi dell’area Ocse.

Il superindice vede grigio (ovviamente in confronto al recente passato) per Cina, Brasile e Russia, mentre l’India dovrebbe veder migliorare i propri dati economici. Il superindice vede anche uno stop della crescita per il Giappone – anche se quelli dell’Ocse ammettono che questo strumento potrebbe non cogliere appieno l’impatto dell’aumento dell’imposta sui consumi avvenuto ad aprile (il primo negli ultimi 17 anni).

photo credit: stefano.campolo via photopin cc