Vendite al dettaglio ancora in calo.
A febbraio, dati Istat (foto by InfoPhoto), l’indice destagionalizzato ha fatto registrare un calo dello 0,2% sul mese precedente, ma rispetto a febbraio dello scorso anno la contrazione arriva all’1%.
Su base tendenziale, a conferma di un generale trend negativo di ormai lungo corso, diminuiscono sia le vendite al dettaglio di prodotti alimentari (-1%), sia quelle di prodotti non alimentari (-1,2%).
Scende anche la fiducia delle aziende italiane: ad aprile, scrive l’istituto nazionale di statistica, l’indice è passato a 88,8 punti dagli 89,5 di marzo.

Rispetto a gennaio 2014, sono diminuite sia le vendite di prodotti alimentari (-0,1%), sia quelle di prodotti non alimentari (-0,2%).
Su base trimestrale, nel periodo dicembre-febbraio 2014 la contrazione dell’indice rispetto ai tre mesi precedenti è stata, in media, dello 0,4%.
In riferimento alla forma distributiva, si legge nel comunicato, rispetto a febbraio 2013 calano sia le vendite della grande distribuzione organizzata, -0,5%, sia quelle delle imprese operanti su piccole superfici, -1,6%.

Ad aprile, inoltre, l’indice del clima di fiducia delle imprese italiane è passato da 89,5 di marzo a 88,8.
L’indice composito, spiega l’Istat, “riflette il peggioramento della fiducia delle imprese di costruzione e di quelle dei servizi di mercato; migliora, invece, la fiducia delle imprese manifatturiere e di quelle del commercio al dettaglio”.