Arrivano dati dall’Istat sulla produzione industriale nel mese di agosto, e come al solito non c’è da essere allegri. La produzione è diminuita dello 0,3% in rapporto al mese precedente, e in termini tendenziali ha segnato un -4,6%. Nei primi otto mesi dell’anno, la produzione industriale è diminuita del 4% nei confronti dello stesso periodo dell’anno scorso.

Come spiega l’Istat nella sua nota, la lieve diminuzione congiunturale è il risultato di variazioni positive e negative nei singoli comparti: +2,2% per i beni di consumo, +1,3% per i beni intermedi, +0,1% per i beni strumentali. In negativo invece il comparto dell’energia  (-1,6%). Se si guarda alle variazioni tendenziali siamo al -9,7% per l’energia, -7,4% per i beni strumentali, -2,1% per i beni dei consumi ed una variazione nulla per i beni intermedi.

Ad agosto sono decisamente aumentati i seguenti settori: mezzi di trasporto (+13,1%), computer, prodotti di elettronica ed ottica… (+12,4%), prodotti tessili, abbigliamento, pelli e accessori (+10,5%). I segni meno più decisi appartengono al settore del coke e dei prodotti petroliferi raffinati (-12,0%), della fornitura di energia elettrica, gas, vapore ed aria (-8,9%) e della fabbricazione di macchinari e attrezzature (-8,8%).
photo credit: extranoise via photopin cc