La troika – ovvero i funzionari di Unione europea, Banca centrale europea e Fondo monetario internazionale – hanno concluso la loro missione ad Atene rilasciando un parere favorevole che dovrebbe sbloccare la prossima tranche degli aiuti finanziari alla Grecia. Si aspetta solo il via libera che dovrebbe arrivare questo pomeriggio dall’Eurogruppo – riunisce i ministri dell’Economia e delle finanze degli Stati che hanno adottato l’Euro.

L’accordo che era incerto fino a venerdì scorso è stato raggiunto perché – secondo la troika – il governo greco si è impegnato a riformare la pubblica amministrazione rispettando gli impegni già presi. Questo comporterà la messa in mobilità di 12.500 dipendenti pubblici entro settembre per otto mesi. Procedura che probabilmente si concluderà con il licenziamento degli statali che finiranno nella tagliola.

Le autorità greche si sono impegnate anche a continuare con le privatizzazioni di banche ed altri beni, anche se risulterà difficile completare il programma di dismissioni che dovrebbe portare in cassa 11,1 miliardi di euro entro il 2016… Per ora l’operazione più importante è stata la vendita della società del lotto Opap per 700 milioni di euro.

photo credit: joluka via Flickr