(Finanza.com) C’è da restare senza respiro nel leggere l’ultima nota settimanale elaborata da Albert Edwards, responsabile del team di strategia globale di Société Générale. L’esperto, da sempre pessimista sull’evoluzione dei mercati europei e americani, considera il listino milanese un’interessante opportunità di investimento nel lungo termine in Europa. Edward motiva la sua decisione evidenziando che l’Italia è uno dei pochi Paesi periferici dove negli ultimi anni non sono scoppiare delle bolle nel credito o nella valutazione di asset. SocGen sottolinea inoltre che a partire dal 2008 la spesa pubblica è aumentata più lentamente che in altri Paesi e soprattutto della Germania. Nonostante i problemi strutturali legati ad una crescita flebile, Edwards ritiene che l’Italia si riprenderà prima di altri Paesi attualmente alle prese con una forte riduzione della leva finanziara nel settore privato e statale.