Come ho scritto un paio di giorni fa, Alitalia ha collocato 173 milioni di euro del suo aumento di capitale sociale – e ritiene di collocare tutti i 300 milioni preventivati. E intanto continua a cercare un partner. A 360° gradi. In questi giorni una delegazione della nostra ex-compagnia di bandiera è stata avvistata a Mosca, mentre stava per entrare nella sede centrale della Aeroflot.

Di informazioni sull’incontro non ne sono filtrate, per cui si pensa che Aeroflot continui ad escludere la possibilità che la compagnia russa entri con una partecipazione in Alitalia, mentre ci potrebbe essere una collaborazione industriale tra le due compagnie aeree. Del resto recentemente, il consigliere economico di Letta, Fabrizio Pagani, aveva affermato che la Russia non aveva chiuso il dossier Alitalia.

Resta intanto alla finestra Air France-KlmSecondo l’amministratore delegato di Poste Italiane, Massimo Sarmi, che avrebbe parlato nei giorni scorsi con l’amministratore delegato della compagnia franco-olandese, il manager non avrebbe “escluso, in un secondo momento, di poter riprendere con vigore l’interesse che c’era stato anche in passato“. I francesi – a suo dire – vivrebbero un momento di riflessione perché impegnati nella ristrutturazione interna.

Si ipotizza – ma siamo quasi alla fantapolitica – che la  compagnia franco-olandese possa partecipare ad un aumento di capitale riservato, magari insieme ad un altro partner. Vedremo.
photo credit: angeloangelo via photopin cc