L’aumento di capitale per Alitalia avverrà: il sì dei soci è arrivato questa mattina dopo una notte di Consiglio. La somma che si potrà raggiungere in più è pari a 300 milioni di euro da offrirsi in opzione ai soci in proporzione alla quota di capitale posseduta e a partire da domani 16 ottobre, per i prossimi 30 giorni, si potranno sottoscrivere le azioni di nuova emissione.

L’operazione prevede come anticipato nei giorni scorsi l’intervento delle Poste Italiane, controllate dal ministero dell’Economia, ma anche di Intesa Sanpaolo e Unicredit che rispettivamente garantiranno la sottoscrizione di 75 e 100 milioni di euro dell’eventuale ulteriore inoptato. Il percorso della ricapitalizzazione si interseca con il lock up definitivo degli azionisti, il 28 ottobre prossimo, che potrebbe modificare l’attuale compagine azionaria del gruppo Alitalia.

In una nota diffusa al termine dell’assemblea si legge che “I membri del Consiglio di amministrazione dell’Alitalia, in vista del mutamento dell’assetto proprietario dopo l’aumento di capitale hanno manifestato l’intenzione di rassegnare le loro irrevocabili dimissioni dalla carica con effetto dalla data dell’assemblea che sarà convocata subito dopo l’esecuzione dell’aumento di capitale“.

(Foto by InfoPhoto)