Anche quest’anno Alitalia resta il primo vettore come numero di passeggeri trasportati in Italia. Anche se come ogni anno continua a perdere passeggeri: nel 2012 erano 25,3 milioni, mentre nel 2013 sono scesi a 23,9 milioni di passeggeri. Niente sorpasso – anche per quest’anno – per Ryanair che comunque si avvicina, visto che ha toccato – sono in lieve aumento – i 23 milioni.

In terza posizione c’è un’altra compagnia aerea low costEasyjet – con 12,4 milioni di passeggeri.

Ovviamente – visti i prezzi dei biglietti – il fatturato per passeggero trasportato è ben diverso. E dal quadro emerge chiaro il ritratto di un paese in crisi, visto il calo della compagnia con i prezzi più alti: chi viaggia in aereo ha preferito chi ha offerto i servizi meno costosi, in aumento i passeggeri trasportati da Ryanair e soprattutto da Easyjet – che ha guadagnato quasi un milione di passeggeri.

Da rilevare poi la differenza di traffico generato dagli aeroporti italiani – i dati anche in questo caso sono dell’Enac -: Fiumicino è sempre il primo hub italiano con i suoi 35,9 milioni di passeggeri trasportati. Un numero che supera la somma degli aeroporti milanesi: Malpensa è fermo a 17,7 milioni di passeggeri, e Linate è a 9,9 milioni

photo credit: matt.hintsa via photopin cc