(Finanza.com) Oggi la società di revisione Mazars ha rilevato l’impossibilità di esprimere un giudizio sulla relazione semestrale della Giovanni Crespi “in quanto il presupposto della continuità aziendale è soggetto a diverse significative incertezze”. Nonostante questo, il Cda della società “ritiene che, allo stato, sussista una ragionevole aspettativa che il gruppo e la capogruppo possano fare affidamento su adeguate risorse per continuare l’esistenza operativa in un prevedibile futuro […] e che si possa continuare ad adottare il presupposto della continuità aziendale nella redazione del bilancio pur in presenza di significative incertezze”.