Dall’industria arriva un messaggio buono per l’economia nazionale: l’indice della produzione industriale ha fatto un balzo in avanti crescendo in agosto del 4,3 per cento rispetto al mese precedente. Importante ciò che è accaduto nel comparto auto.Il fatto che la produzione industriale sia aumentata nel mese si agosto fa ben sperare l’economia italiana che come le altre economie dell’Eurozona, sta affrontando un periodo molto difficile.

L’incremento della produzione industriale si è affermato al 4,3 per cento ad agosto. Il calcolo è fatto sulla base dei dati del mese precedente. Un fattore molto importante è stato lo sviluppo del settore degli autoveicoli.

Il +4,3% dell’indice della produzione industriale italiana è l’incremento più ingente dal 2000. Questo indice destagionalizzato si accompagna ad un incremento tendenziale, quindi ad un indice grezzo, anch’esso in aumento: +4,6 per cento.

In otto mesi, la produzione industriale del Belpaese è cresciuta dell’1,3 per cento. Le stime trimestrali tengono conto delle correzioni dovute al calendario e riportano comunque dati positivi.

Per quanto riguarda i settori che hanno registrato le performance migliori sono sicuramente quello metallurgico e quello della fabbricazione dei prodotti in metallo con il +16,8 per cento. Anche le industrie manifatturiere sono andate bene con il +13 per cento. Il terzo posto in questa particolare classifica spetta alla fabbricazione di macchinari e attrezzature che fa registrare un +12,9 per cento.