Cresce il numero di persone che desiderano avere mutui più consistenti che in passato. E’ questa la tendenza più evidente ed interessante emersa dalle statistiche sui mutui del mese di giugno. 

Periodicamente l’Osservatorio di MutuiOnline.it dedica una retrospettiva alla situazione dei mutui mensile cercando d’individuare tendenza ed elementi caratterizzanti del mercato. Il primo dato riguarda gli importi.

Nel mese di giugno, evidenza l’Osservatorio, sono diminuite le richieste di mutui per importi compresi tra 100 e 150 mila euro. La richiesta di questo tipo di prodotti ha subito una battuta d’arresto registrando un calo del 4%. Una diminuzione che è andata ad intaccare positivamente le altre quote di mercato.

Nel dettaglio, infatti, a giugno, sono cresciuti i mutui erogati per importi superiori ai 200 mila euro che sono passati dal rappresentare l’8,2% delle richieste all’essere l’11,6% del totale dei mutui richiesti. I mutui compresi in una fascia di credito tra i 150 e i 200 mila euro hanno subito un incremento contenuto dell’1,4% passando dal 16,3% al 17,7% del mercato.

Le statistiche riportare dall’Osservatorio MutuiOnline, confermano che anche a giugno gli aspiranti mutuatari hanno preferito soluzioni a tasso variabile. In leggero calo ma sempre al secondo poso le richieste di mutuo a tasso variabile con cap.

Il tasso fisso rimane stabile al terzo posto nella classifica delle preferenze dei mutuatari.