In questo periodo il mercato azionario, soprattutto in Europa è sotto il bersaglio degli speculatori che attaccano i titoli vendendo azioni. Operazione che determina una perdita di valore dei titoli. La premessa in parte scoraggia i cittadini che vogliono investire i loro risparmi. A patto di non sapere quali sono le altre opportunità del mercato finanziario. Tra queste vanno annoverate di certo le obbligazioni.

Obbligazione è il termine italiano che sostituisce quello inglese, bond, oggi molto usato soprattutto in riferimento ai titoli di sttato. In effetti con il termine obbligazione o bond si indicano dei titoli di debito.

Sono le società o gli enti pubblici ad emettere delle obbligazioni. Chi compra questi prodotti sa che hanno una scadenza e un rendimento e che sono degli strumenti con cui si fa credito a chi li emette.

Alla “conclusione del contratto” il cittadino che ha comprato un’obbligazione può esercitare il diritto di rimborso del capitale che ha prestato all’ente e lo ha indietro con gli interessi. In genere le società che emettono delle obbligazioni hanno un’urgente bisogno di denaro liquido e per il rimborso usano le rate.

Alla scadenza di un’obbligazione, infatti, generalmente è restituito in un’unica soluzione il capitale, cioè il valore nominale del titolo e con delle rate gli interessi maturati.