Secondo Altroconsumo Finanza è possibile risparmiare cifre anche rilevanti sull’imposta di bollo che dobbiamo pagare sul nostro conto deposito. Il trucchetto è legato al fatto che la legge che regola tale imposizione non fa riferimento alla giacenza media del conto, ma solo al suo valore al momento dell’invio dell’estratto conto. Se svuoti il conto deposito al momento di tale invio di fatto verrai a pagare solo l’importo minimo previsto: 1 euro.

Per valutare se conviene utilizzare questo trucchetto è necessario prima farsi due conti. Bisogna da una parte calcolare il bollo che verremmo a pagare se non facessimo nulla, e dall’altra misurare quanto spendiamo spostando i soldi che abbiamo sul conto deposito al conto corrente – un passaggio che dobbiamo fare quattro volte l’anno se l’invio dell’estratto conto è trimestrale. Il primo calcolo si ottiene moltiplicando il saldo del conto deposito per lo 0,2% (con 10.000 euro sul conto deposito pagherò 20 euro di bolli). I costi per la movimentazione sono rappresentanti dagli interessi persi (saldo conto deposito x tasso del conto deposito x numero di giorni in cui non ho soldi sul conto deposito : 36500)+ costi dei bonifici + eventuale bollo sul conto corrente + 1 euro di bollo sul conto corrente.

Vi sta venendo il mal di testa a leggere quanto abbiamo scritto nel precedente paragrafo? E’ comprensibile. Per cui se non avete voglia di farvi quattro conti, possiamo dirvi che conviene utilizzare questo trucchetto solo se la giacenza sul nostro conto deposito è rilevante. Per capirci, se a causa di questi passaggi rischiamo di superare i 5.000 euro di giacenza sul conto, verremo a pagare 34,20 euro di bolli sul nostro conto corrente. Per pagare 40 euro di bolli sul conto deposito dobbiamo avere un saldo pari a 20.000 euro. Sotto quella cifra non conviene imbarcarsi in questa operazione perché bisogna considerare anche il tempo necessario per fare i bonifici nelle due direzioni.

Il risparmio diventa interessante solo se si hanno molti soldi sul conto deposito. Con un saldo di 100.000 euro si paga in un anno un’imposta di bollo di 200 euro. Utilizzare il trucchetto che vi abbiamo spiegato in casi come questo diventa molto conveniente.