Conto corrente gratis – o quasi – per svolgere alcune operazioni di base. È questo il succo di una normativa europea che il Consiglio dei Ministri ha recepito e che in breve tempo dovrebbe permettere a pensionati in difficoltà oppure a soggetti che non dispongono di grandi entrate economiche di poter usufruire di un conto corrente gratis o a prezzi ragionevoli che non permette di maturare interessi ma che al tempo stesso consente di svolgere operazioni basilari, come quella di effettuare o ricevere un bonifico.

A poter beneficiare di questa misura potrebbero essere i pensionati che hanno un reddito annuo inferiore ai diciottomila euro oppure coloro che hanno presentato un modello Isee inferiore agli ottomila euro annui. Come già specificato, tali tipologie di conti correnti non consentiranno di ricevere interessi sulle cifre depositate (non sono strumenti di risparmio dunque) bensì di ottenere e ricevere pagamenti quasi esclusivamente attraverso l’istituto del bonifico bancario.

Coloro che usufruiranno del conto corrente a prezzi ragionevoli, pagheranno un canone annuo onnicomprensivo che permetterà di effettuare un numero ben predefinitio di operazioni (quelle extra si pagheranno). Al contempo saranno individuate fasce di popolazione che potranno usufruire di conto corrente gratuito e che quindi non dovranno affrontare alcun tipo di spesa per la gestione e il mantenimento. In questa seconda categoria dovrebbero rientrare, appunto, i pensionati con reddito sotto i diciottomila euro e coloro che hanno un reddito Isee inferiore agli ottomila euro.