Le principali borse asiatiche hanno esteso oggi il trend positivo delle ultime sedute grazie alle buone notizie provenienti dall’area Euro. Ieri, infatti, il Governo tedesco ha detto di appoggiare il piano di acquisto di titoli di stato da parte della BCE, mostrando che la Bundesbank è isolata nel suo parere negativo. In Giappone è alta l’attesa per la riunione della BoJ che inizierà domani per concludersi il giorno, anche se non sono in programma ulteriori espansioni della politica monetaria. Il Nikkei giapponese è avanzato dello 0,9%, l’Hang Seng di Hong Kong dello 0,2% mentre il Kospi Coreano è rimasto invariato.

Tassi fermi al 3,5% in Australia

La banca centrale australiana ha deciso oggi di lasciare i tassi fermi al 3,5%, in linea con le attese degli economisti, dopo gli ultimi dati economici migliori di quanto preventivato. BHP Billiton è salita dello 0,6% grazie al rialzo del prezzo delle commodities e per il miglioramento delle prospettive economiche a livello internazionale.

In Giappone, Toshiba, società produttrice di semi-conduttori, è avanzata del 3,5% grazie alla raccomandazione di acquisto sul titolo emessa da CLSA Asia Pacific Markets. Ad Hong Kong, invece, Standard Chartered ha perso il 7,3% dopo che l’autorità regolamentare statunitense potrebbe impedire alla banca inglese di operare nel paese dopo avere condotto transazioni per 250 miliardi di Dollari con banche iraniane negli ultimi 7 anni nonostante l’embargo contro il paese medio-orientale.