A Copenaghen, c’è un negozio del quartiere Frederiksberg – il Freemarket -, in cui è possibile comprare prodotti in cambio di pubblicità sui social network. Per poter fare acquisti è necessario prima registrarsi sul sito web del negozio e pagare un canone mensile di due euro e mezzo. Fatto questo si possono scegliere al massimo dieci prodotti al mese – diversi. Una volta fatti gli acquisti bisogna ancora scattare una foto ad ogni prodotto scelto e poi pubblicare tutto su Facebook

I consumatori risparmiano in cambio della cessione di informazioni personali, mentre alcune aziende – come Cloetta, Storck, Läkerol e San Pellegrino – hanno deciso di riempire gli scaffali del negozio. Per loro il Freemarket è un’opportunità di testare i loro prodotti prima di lanciarli a livello nazionale. L’iniziativa sta avendo successo: in meno di un mese il numero dei clienti è raddoppiato – da 5 a 10.000. E il suo creatore, Simon Taylor, è un ex-pubblicitario, e visto gli ottimi risultati raggiunti in Danimarca, un paese che il suo patron ha definito ”difficile per l’affermazione di questa innovazione per lo spirito conservatore delle aziende“.

Il fondatore pensa già di aprire altri Freemarket in Svezia e Finlandia nel 2015 e in Inghilterra nel 2016.

LEGGI ANCHE
Comprare i voli: 6 regole per viaggiare davvero low cost
HP Stream uscita: la replica low cost di Microsoft ai Chromebook con Windows 8.1
Le più belle spiagge di Trapani: guida alla Sicilia low cost

photo credit: Pam loves pie via photopin cc