Comprare casa è un’operazione molto complicata. Può esserlo ancora di più se chi se ne sta occupando è pure in attesa di un erede. Cosa fare in questi casi? Acquistare una nuova casa oppure andare in affitto? Casa.it, ha provato a fotografare le scelte che stanno effettuando in questo periodo i futuri papà e mamme.  In base ai dati in suo possesso si può dire che il 60% delle coppie italiane preferisca acquistare casa, contro il 40% che sceglie sceglie invece l’affitto. Ovviamente anche su questa scelta si è abbattuta l’accetta della crisi, visto che nel 2007, ad acquistare immobili erano l’80% delle famiglie in attesa di una creatura.

Secondo Daniele Mancini, Amministratore Delegato di Casa.it: “la propensione all’acquisto risulta più marcata nelle regioni del
nord Italia, che da sole pesano per il 52% sul totale nazionale delle compravendite immobiliari, seguite dal Sud (e isole) con il 27% e il
Centro con il 21%”. Anche le locazioni sono concentrate al Nord – rappresentano il 55% del totale – seguito dal Centro – 30% – e Sud – 15%.

Da rilevare che più del 60% delle giovani coppie che aspettano un figlio decidono di restare nell’appartamento in cui sono in affitto anche dopo la nascita del neonato – e per i primi tre anni almeno. Anche con il neonato, le richieste delle giovani coppie sono concentrate soprattutto sul bilocale (46% della domanda), seguita dai trilocali (28%).

In media si destina all’acquisto somme non superiori ai 230.000 euro, e viste le metrature che si cercano, si tratta di immobili che non costano più di 2.700 euro al metro quadro. E quindi questo indirizza la ricerca, soprattutto nelle grandi città, su immobili che si trovano in periferia.
photo credit: Rodrigo_Soldon via photopin cc