Comprare casa resta ancora il sogno di molti milioni di cittadini italiani. E nonostante la crisi che ha colpito anche il mercato immobiliare, il mattone per tanti significa ancora un’ottima forma di investimento. A tal proposito, chi sta valutando l’ipotesi di comprare casa, dovrebbe sapere che i prezzi degli immobili possono variare sensibilmente da città a città, e all’interno delle stesse da zona a zona. Questa non è certo una novità ma sarà sicuramente curioso dare uno sguardo all’analisi condotta da Mitula, motore di ricerca immobiliare, che ha stilato la classifica delle cinque città in cui è più economico acquistare casa e la classifica delle cinque città in cui tale acquisto è invece assai più esoso.

Comprare casa: le città italiane in cui è più conveniente

Partiamo dalle cinque città italiane in cui acquistare un immobile risulta essere operazione meno impegnativa dal punto di vista economico. Le cinque città in questione sono:

  1. Saletto (in provincia di Padova), 707 euro a metro quadro
  2. Castel Volturno (in provincia di Caserta), 729 euro al metro quadro
  3. Rossano (in provincia di Cosenza), 735 euro al metro quadro
  4. Favara (in provincia di Agrigento), 759 euro al metro quadro
  5. Casarano (in provincia di Lecce), 829 euro al metro quadro

Comprare casa: le città italiane in cui è meno conveniente

E se le città in cui è più conveniente comprare casa si trovano quasi tutte al Sud (con l’unica eccezione di Saletto, in provincia di Padova), gli immobili più costosi sono tutti localizzati in zone di forte richiamo turistico. Ecco la classifica:

  1. Capri (in provincia di Napoli), 8.633 euro al metro quadro
  2. Forte dei Marmi (in provincia di Lucca), 6.835 euro al metro quadro
  3. Sperlonga (in provincia di Latina), 6.063 euro al metro quadro
  4. Laigueglia (in provincia di Savona), 5.727 euro al metro quadro
  5. Alassio (in provincia di Savona), 5.650 euro al metro quadro