Comprare un’auto usata può diventare una faccenda complicata. Per questo abbiamo pensato di darvi qualche consiglio per comprare auto usate senza rischiare – o minimizzando il rischio di trovarsi un pacco. Il primo elemento da tenere in considerazione è il prezzo. Fate attenzione alle offerte fuori mercato – spesso nascondono una truffa. I chilometri influenzano il prezzo finale, per cui se comprate l’auto da un privato fatela vedere al vostro meccanico di fiducia per vedere se i chilometri indicati sul tachimetro sono quelli effettivi. L’Unione Consumatori, suggerisce comunque di rivolgersi solo a venditori professionisti se si vogliono evitare noie.

Oltre a questo dato bisogna considerare lo stato di manutenzione del veicolo – tagliandi eseguiti e documentati -, e cose come le condizioni della carrozzeria e dell’interno. Ovviamente una prima stima del prezzo si può fare sulla basta del modello dell’auto e dell’anno di immatricolazione grazie alle riviste specializzate in motori. Per confrontare i prezzi per un modello si possono utilizzare i portali di concessionari online. Questi siti forniscono un servizio simile a quello dei comparatori di assicurazioni.

C’è da ricordare che per le auto usate il venditore ha l’obbligo di consegnare all’acquirente dei beni conformi al contratto di vendita. Questa garanzia vale 2 anni – ma con l’accordo delle parti può essere ridotta a 12 (questa garanzia non vale nelle compravendite fra privati). Se l’auto usata durante la garanzia non è come si era pattuito, il consumatore ha diritto a riparazione, sostituzione, riduzione del prezzo – in casi estremi si può arrivare alla risoluzione del contratto, con restituzione del mezzo e del denaro versato.

Prima di acquistare per evitare brutte sorprese è meglio fare una visura al Pra. Costa 25 Euro ma permette di conoscere tutti i dettagli della situazione giuridico-patrimoniale dell’auto – come fermi amministrativi che limitano la disponibilità dell’auto.

Un ultimo controllo è da riservare al numero di telaio del veicolo che si trova sul vano motore. Deve essere corrispondente a quello riportato sulla Carta di Circolazione – il libretto -, e sul Certificato di proprietà. Una volta entrati in possesso dell’auto bisogna fare il passaggio di proprietà entro 30 giorni dalla sottoscrizione del contratto di compravendita.