(Finanza.com) “I metalli di base alla luce di un’offerta stabile stanno registrando un calo delle richieste”. Tra i preziosi, “l’oro potrebbe capitalizzare l’indebolimento dell’economia e l’incremento delle possibilità di un nuovo piano di allentamento quantitativo”. Tra le commodity agricole, spinte al rialzo dalla peggior siccità degli ultimi 50 anni negli Stati Uniti, “la nostra analisi rileva che il granoturco e la soia potrebbero salire ulteriormente”.

Per quanto riguarda i prezzi, il Brent è atteso a 95 e 100 dollari il barile nel terzo e quarto trimestre, il rame a 8mila ed 8.300 dollari la tonnellata, l’oro a 1.655 ed a 1.725 dollari ed il granoturco dovrebbe attestarsi a 8,25 dollari per bushel, sia nel Q3 che nel Q4.