Conoscere soluzioni efficaci per ridurre i consumi è il miglior modo per risparmiare sulla bolletta dell’energia elettrica. Gli accorgimenti da mettere in atto sono diversi ed ognuno nel suo piccolo può contribuire a conseguire un buon risparmio totale. Vediamo quindi alcuni utili consigli per ridurre, dove possibile, i consumi ed aumentare l’efficienza energetica.

Tecnologia a LED

La tecnologia viene spesso incontro ai problemi dell’epoca moderna e questo anche nell’ambito dell’energia elettrica. L’introduzione delle lampade a LED ha consentito di ridurre notevolmente i consumi energetici, senza abbassare la qualità della vita. Basti pensare che circa il 12% dei consumi energetici delle famiglie è da attribuire all’illuminazione. Anche scegliere una TV a LED consente di conseguire buoni risparmi.

Elettrodomestici

Analogamente, anche per gli elettrodomestici la tecnologia nel tempo si è evoluta in termini di efficienza. Scegliere elettrodomestici della migliore classe energetica consente un notevole risparmio sulla bolletta elettrica. Sarebbe consigliabile non scendere sotto la classe energetica B, mentre l’ideale sarebbe avere tutti elettrodomestici di classe A+++.

Per risparmiare è inoltre utile:

  • impostare sempre la lavatrice a temperature inferiori ai 60 gradi, anche in considerazione del fatto che normalmente 40 gradi è la temperatura adatta alla maggioranza dei lavaggi;
  • non posizionare il frigorifero vicino a fonti di calore ed evitare di tenerlo aperto troppo a lungo;
  • usare la lavastoviglie e gli altri elettrodomestici di sera, magari usando la funzione “programma”.

Sprechi

Non bisogna certo limitare la propria vita vincolandola alle necessità di risparmio, ma certamente evitare gli sprechi è buona regola. Ad esempio: inutile tenere accesa la luce nelle stanze nelle quali non vi è nessuno. Un consiglio utile è quello di mettere delle lampadine con sensore e timer di spegnimento automatico nei luoghi in cui ci si reca di rado, così da evitare sprechi legati a dimenticanze. Utile inoltre staccare dalla presa i caricabatterie quando non in uso, per evitare che consumino energia anche se non stanno caricando il telefono, il tablet, il pc o quant’altro.

Stand-by

Al giorno d’oggi nella case, in ogni stanza, sono numerosi gli elettrodomestici e le apparecchiature elettroniche presenti, la maggior parte dei quali è dotato di funzione stand-by, che rappresenta certamente una comodità perché li rende subito pronti all’uso (si pensi alla TV che si accende semplicemente premendo un tasto del telecomando stando comodamente seduti sul divano), tale funzionalità tuttavia fa girare il contatore. Per ridurre realmente a zero i consumi degli elettrodomestici che non si stanno utilizzando bisognerebbe spegnerli completamente, eventualmente applicando delle prese o delle ciabatte con interruttore o timer. Il risparmio può arrivare con questo accorgimento fino al 10%.

Fonti rinnovabili

Investire nelle fonti rinnovabili ed in particolare nel fotovoltaico consente di conseguire notevoli risparmi perché l’energia viene prodotta autonomamente, sia in estate che in inverno. La soluzione migliore per un utilizzo domestico è installare un impianto fotovoltaico a batterie, studiato appositamente per l’autoconsumo.

Scelta del gestore

Altra possibilità per risparmiare è cambiare operatore, al pari di quanto avviene solitamente con gli operatori telefonici. Per risparmiare sulla bolletta è optare per il mercato libero dell’energia elettrica dove gli operatori sono spinti a proporre offerte migliori per battere la concorrenza. Ovviamente è necessario valutare le varie proposte in base alle proprie esigenze e caratteristiche di utilizzo.