La lettura serale dovrebbe essere una buona abitudine. E una buona abitudine dovrebbe essere anche leggere un libro, delle poesie, delle strofe, utilizzando una fonte luminosa adatta per la sola lettura.

Intendo con fonte luminosa adatta, l’impiego di una fonte luminosa non dispendiosa, con una luce diretta verso il punto di lettura senza utilizzare una luce diffusa. Perchè non serve illuminare tutto il locale con la luce proveniente dal lampadario posto al centro del soffitto della stanza, ma è sufficiente dare spazio ad un luce diretta proveniente da una abat-jour o simili, che ha un voltaggio e quindi consumo molto più basso. E questi se direzionata verso il punto di interesse, soddisfa a pieno l’illuminazione.

Potrebbe risultare solo un piccolo risparmio, che se sommato a tutte quelle attività che vi vengono indicate nel nostro appuntamento quotidiano, faranno risparmiare a fine anno una bella somma.

Publiredazionale by Enel Energia #unmotivoinpiù