Il frigorifero è quell’apparecchio in casa che è in costante funzione. E’ necessario quindi controllare in sede di acquisto quale sia la classe energetica di appartenenza. Inutile sottolineare che la tua scelta dovrà ricadere su un basso consumo. Ma oltre ad acquistare un prodotto a basso consumo, è utile seguire delle indicazioni in modo da evitare eccessivi ed inutili consumi.

Il termostato del frigorifero è per molti una rotella, o un touch screen, che non incide sui consumi. Invece è uno di quegli elementi, che influenza pesantemente sull’assorbimento di energia dell’apparecchio. La regolazione della temperatura quindi bisogna settarla in maniera corretta, a prescindere da quanto e cosa vi si conserva.

Per una corretta gestione dei consumi, il termostato deve essere regolato in una posizione intermedia cioè tra minimo e massimo, in quanto con l’aumentare del frescore aumentano i consumi del 10-15%, che ovviamente andranno ad incidere sui costi in bolletta.

Anche perchè le temperature troppo basse sono inutili ai fini della conservazione dei cibi, anzi molto spesso ne alterano sapori e qualità; una temperatura media è la corretta impostazione del frigorifero.

Publiredazionale by Enel Energia #unmotivoinpiù