Tornano sopra la soglia del 2% i rendimenti dei Bot semestrali assegnati oggi. Prosegue quindi il trend di ascesa del costo del rifinanziamento del debito italiano su tutta la curva dei rendimenti dopo l’asta di ieri di Ctz a 2 anni collocati a un rendimento medio superiore al 4% e in attesa dell’importante asta di Btp in agenda domani.

Rendimento Bot semestrali sale al 2,104%, domanda rimane sostenuta

 Il Tesoro italiano ha collocato Bot a 6 mesi per 8,5 miliardi di euro con rendimento medio salito al 2,104%. Lo scorso mese il Tesoro aveva collocato Bot a 6 mesi per il medesimo ammontare al rendimento medio dell’1,772%. Il rendimento risulta risalito ai livelli massimi dal dicembre 2011. La domanda è stata pari a 1,61 volte il quantitativo offerto, in peggioramento rispetto al bid-to-cover pari a 1,71 dell’analoga asta di titoli semestrali tenuta un mese fa. “Solida la domanda a dimostrazione che gli investitori non vogliono rollare il debito a breve scadenza con quello più a lunga scadenza”, commenta Vincenzo Longo, Market Strategist di IG Markets Italy.

Domani in asta Btp per massimi 6,25 mld, settimana prossima ritornano i Btp Italia

L’ultima asta di maggio è in agenda domani con l’emissione di titoli a media-lunga scadenza per massimi 6,25 miliardi di euro. Nel dettaglio si tratta dell’emissione di Buoni del Tesoro Poliennali con scadenza giugno 2017 per un importo compreso tra 2,5 e 3,5 miliardi di euro e di Btp scadenza 2022 tra 2 e 2,75 miliardi di euro.

Il mese di giugno vedrà dal 4 al 7 il secondo appuntamento con i Btp Italia,  titoli di Stato indicizzato all’inflazione italiana, con cedole semestrali e durata quadriennale, pensato soprattutto per le esigenze dei risparmiatori e degli investitori retail con taglio minimo di 1000 euro. I BTP Italia si possono sottoscrivere direttamente online attraverso qualsiasi sistema di home banking dove è attiva la funzione di trading, grazie all’accordo con Borsa Italiana – Lse Group. In alternativa, come per tutti gli altri titoli di Stato, ci si può rivolgere allo sportello della banca in cui si detiene un conto titoli. La prima emissione di BTP Italia, lo scorso marzo, aveva registrato una raccolta complessiva di 7,3 miliardi di euro nei 4 giorni di offerta.