La Citigroup è la terza banca americana e l’ultimo bollettino riferito ai suoi risultati trimestrali parla di una netta ripresa dell’istituto di credito sia in relazione al trimestre precedente sia in rispetto al 2010.Il terzo trimestre dell’anno per Citigroup si è chiuso con un risultato molto positivo visto che gli utili dell’istituto di credito sono cresciuti del 74 per cento rispetto al secondo trimestre 2011. In relazione allo stesso periodo del 2010, la crescita è più contenuta ma si parla sempre di un +13 per cento.

A quanto pare il successo della Citigroup è dovuto alla riduzione degli accantonamenti, strumenti usati per coprire i prestiti in tempi di crisi. La banca, poi, ha visto incrementare anche il valore delle sue azioni.

In questo caso i profitti si attestano sui 3,8 miliardi di dollari, che vuol dire circa 1,23 dollari per ogni titolo azionario della Citigroup. L’anno scorso, nel terzo trimestre, le azioni dell’istituto di credito a stelle e strisce, valevano appena 82 centesimi l’una.

Il fatturato però è calato, una diminuzione dell’8 per cento che contrae i “guadagni” a 18,9 miliardi di dollari.

Ha pesato sul successo dell’azienda, la decisione di investire sui mercati emergenti. Il fatto di rafforzare la presenza in Asia e in America Latina ha dato nuova linfa alla Citigroup.