A pochi giorni dall’inizio, sono stati sospesi i lavori per la costruzione dello Skycity nella città di Changsha, Cina centrale.

Ad affermarlo la stampa locale, secondo la quale il fermo è arrivato direttamente dalle autorità locali, a causa di una mancanza di autorizzazioni necessarie, per la realizzazione dell’opera.

Il grattacielo, che raggiungeràuna volta ultimato l’altezza di 838 metri adando a superare il Burj Khalifa di Dubai, verrà costruito da una delle maggiori imprese costruttrici della Cina, la Broad Group, una volta noto come produttore di condizionatori d’aria.

E sulla stessa Broad Group sono nati diversi dubbi sollevati dalle imprese concorrenti, secondo le quali l’ex numero uno della ventilazione non avrebbe depositato tutte le necessarie garanzie in quanto a capacità tecniche organizzative, nella gestione di un cantiere di così grandi proporzioni. Fino ad oggi la Broad Group non ha replicato alle accuse.

Seguiremo la vicenda e i suoi sviluppi.

Photo credit: photopin