(Finanza.com) Dopo un anno di stallo nel post-Fukishima, la Cina ha deciso di riprendere il proprio programma di progetti legati al nucleare e ha annunciato la propria strategia fino al 2020. Lo anticipa il Financial Times, specificando che tali linee guida non sono ancora state ufficializzate. Secondo il quotidiano britannico Pechino avrebbe terminato l’ispezione di tutti gli impianti del Paese e finalizzato i nuovi standard di sicurezza. Le nuove costruzioni in programma, inoltre, rappresenterebbero il 40% dei nuovi progetti nucleari a livello globale. L’obbiettivo di Pechino, secondo l’FT, è di passare dall’energia fossile a quella non fossile, ragione per cui la Cina starebbe puntando molto sulle energie rinnovabili (eolica, solare e idroelettrica) così come sul nucleare.