Era previsto per il 2019 ma potrebbe avvenire già nel 2014. Secondo quanto afferma uno studio della Banca mondiale, riportato dal Financial Times, è probabile che la Cina riesca ad anticipare il sorpasso sugli Stati Uniti come prima potenza economica mondiale. Nel momento in cui accadrà, si tratterà di un evento storico. L’economia americana detiene questo primato dal 1872, quando lo strappò alla Gran Bretagna.

La crescita dell’economia cinese è diventata rapidissima negli ultimi anni (foto by InfoPhoto). Nel 2005 valeva il 43% di quella americana. Nel 2011 era salita all’87%, complice anche un cambio nel metodo di calcolo: si è passati dalla semplice misura del prodotto interno lordo alla parità dei poteri d’acquisto, cioè una complessa valutazione del costo della vita. In quell’anno l’Italia risultava dodicesima.

Secondo le previsioni del Fondo monetario internazionale, ci si aspetta che nel triennio 2011-2014 la Cina possa crescere complessivamente del 24%, a fronte di un 7% degli Stati Uniti. Da qui il sorpasso. Sul solo 2014, per l’Italia la previsione di crescita è dello 0,6%. Per la Germania è dell’1,6%. Per l’area euro si stima l’1%.