(Finanza.com) L’attività manifatturiera cinese frena. E non poco. E’ questa l’indicazione che si trae dalla lettura dell’indice PMI manifatturiero che a maggio ha evidenziato un valore pari a quota 50,4 punti, quasi 3 punti sotto i 53,5 punti di aprile. Il risultato è nettamente peggiore delle stime degli analisti che si attendevano valori in area 51,5 punti. L’indice si avvicina quindi pericolosamente a quota 50 punti, il livello che distingue l’espansione dalla contrazione economica