(Finanza.com) Chrysler ha chiuso il secondo trimestre del 2012 con profitti per 436 milioni di dollari (contro un rosso di 370 milioni un anno fa) e ricavi in crescita del 23% a 16,8 miliardi. Lo ha reso noto la casa automobilistica del gruppo Fiat nella serata di ieri. L’utile operativo è passato dai 507 milioni di 12 mesi fa a 755 milioni. L’indebitamento netto industriale è sceso a fine giugno a 432 milioni dagli 1,3 miliardi di fine marzo. Nel trimestre la casa del pentagono ha venduto 528mila veicoli. Erano stati 486mila nello stesso periodo del 2011. Oggi presenterà i risultati trimestrali Fiat Spa.