(Finanza.com) Gli operatori preferiscono la prudenza in vista della riunione della Bce. Seduta interlocutoria per gli indici a Wall Street che in attesa del primo grande appuntamento con le banche centrali, quello con l’Eurotower, preferiscono non sbilanciarsi eccessivamente. In agenda macro i dati relativi produttività e costo del lavoro del secondo trimestre, rivisti rispettivamente dall’1,8 al 2,2% e dall’1,7 all’1,5%. Il Dow Jones ha terminato la seduta con un +0,09% a 13.047,48 punti, -0,11% dello S&P a 1.403,44 punti e -0,19% del Nasdaq che scende a 3.069,27.

A livello di singoli settori particolarmente penalizzato il comparto trasporti (-1,08%), spinto al ribasso dal -2,39% di Ups e dal -1,99% messo a segno da FedEx che ha annunciato una revisione al ribasso della guidance. Per quanto riguarda i giudizi +5,5% per Linkedin che ha capitalizzato la promozione di Jefferies a “buy” e +0,21% di Expedia su cui la valutazione è scesa a “hold”. Giornata all’insegna del rimbalzo per il titolo Facebook (+4,8%) che nella seduta di martedì ha fatto registrare nuovi minimi storici a 17,55 dollari. Profondo rosso per Nokia le cui Adr hanno lasciato sul parterre il 15,9% nel giorno della presentazione di due nuovi smartphone, il Lumia 820 ed il 920. -0,7% infine per Apple che il prossimo 12 settembre presenterà la nuova versione del melafonino, l’iPhone 5.