(Finanza.com) Il calo delle nuove richieste di sussidio statunitensi ai minimi dal febbraio 2008 spinge i listini europei che dopo una prima parte incerta chiudono tutti in territorio positivo. Nonostante il downgrade del merito di credito sovrano annunciato da Standard & Poor’s, l’Ibex ha terminato in rialzo dello 0,87% a 7.734,7 punti, +0,92% per il Ftse100 a 5.829,75 e +1,06% del Dax che chiude a 7.281,7 punti. La performance migliore è quella del Cac40 che grazie ad un +1,42% è salito a 3.413,72 punti.