Focus

In terreno positivo gli indici statunitensi questo pomeriggio, trainati dal buon andamento delle piazze azionarie europee. Il Dow Jones Industrial Average evidenzia un incremento dello 0,35%, il Nasdaq Composite dello 0,75% e l’S&P 500 dello 0,45%. In Europa il Ftse 100 di Londra ha archiviato le contrattazioni in aumento dello  0,57%, il Dax di Francoforte ha registrato un +0,79% e il Cac40 di Parigi un +0,94%. I mercati europei sono stati favoriti dalle positive attese degli investitori sulle prossime mosse della BCE a sostegno dell’economia del Vecchio Continente. Riteniamo che il positivo sentimento possa continuare anche nei prossimi giorni fino all’appuntamento del 6 settembre quando l’istituto di Francoforte dovra’ presentare le nuove misure anti-crisi.
 

Italia: seduta in verde per il Ftse Mib

A Piazza Affari il Ftse Mib ha terminato in crescita del 2,40% a 15.330 punti, dopo aver toccato un massimo intraday a 15348 punti. Bene il comparto bancario guidato da Banca Mps (+7,20%). Salgono inoltre Mediobanca +4,70%, Banco Popolare +5,50%, e Intesa Sanpaolo +5,10%.                                                                                                     

                                                                                                               
Valute: euro in forte rialzo contro il biglietto verde

Tra le valute, bel balzo della moneta unica rispetto al dollaro. La divisa del Vecchio Continente e’ salita fino a raggiungere area 1,2475 (picco degli ultimi 45 giorni) contro il biglietto verde sulla scia delle attese degli addetti ai lavori su un intervento dell’istituto di Francoforte a contenere la crisi debitoria. Il trend rialzista di breve partito dai bottom di luglio potrebbe portare la moneta unica ad allungare fino a 1,26, 38,2% del ritracciamento di Fibonacci della discesa dai picchi annuali. Poco mosso, invece, il cambio dollaro/yen a 79,42.
 

Macro:  sessione priva di cifre macroeconomiche di particolare rilevanza

 

Sul fronte macro, non ci sono stati dati rilevanti nella seduta odierna. Questa settimana gli operatori si concentreranno sulla pubblicazione dei verbali dell’ultimo meeting del Fomc (la commissione operativa della Federal Reserve) e sui dati del mercato immobiliare statunitense. In Europa sarà importante monitorare i dati sui Pmi preliminari di agosto dell’area euro.
 

Titoli di Stato: spread Btp-Bund scende a 410 pb. Brillante asta di bond a breve termine in Spagna

Bene lo spread tra Btp-Bund sceso fino a 410 pb (apertura a 428 pb) grazie all’allentamento delle tensioni sulla crisi debitoria. Importante asta di bond a breve termine in Spagna. Il Tesoro del paese iberico ha collocato 4,5 mld di euro in titoli a 12 e 18 mesi con rendimenti in forte calo.
 

Commodity: in crescita oro e petrolio

Tra le commodity, in crescita l’oro a 1.639 dollari/oncia. In progresso anche le quotazioni del greggio. Il future sul WTI e’ scambiato a 97,25 dollari al barile dopo aver toccato un picco in area 97,80 dollari al barile.
 
FILIPPO A DIODOVICH
Market Strategist of IG Markets Italy