Focus

Proseguono in moderato rialzo gli indici statunitensi questo pomeriggio in scia con la chiusura positiva delle borse europee. Il Dow Jones Industrial Average sale dello 0,45%, mentre il Nasdaq 100 fa segnare un +0,6% e l’S&P 500 un +0,6%. In Europa il Ftse 100 di Londra ha fatto segnare un +0,83%, mentre il Dax di Francoforte ha registrato un +1,246 e il Cac di Parigi a +1%. Gli investitori hanno dato seguito agli acquisti per la seconda seduta consecutiva da inizio mese. Le attenzioni sono dirette a giovedì quando la Bce sarà chiamata ad agire. Dopo i brutti dati macro di ieri negli Usa, la nostra sensazione è che anche la Fed possa poi seguirla, soprattutto se i dati sul mercato del lavoro di giugno dovessero continuare a deludere, come ci aspettiamo che accada. Intanto per domani ci aspettiamo volumi scarsi vista la mancanza degli operatori statunitensi. Non sembrano pesare sul mercato le dichiarazioni del Fmi sull’economia Usa. L’Istituto di Washington ha rivisto al ribasso le stime di crescita sul 2012 e sul e 2013 chiedendo che maggiore chiarezza venga fatta sul fiscal cliff che sta costituendo una seria minaccia alla ripresa Usa.

Italia: Ftse Mib al ridosso dei 14.500 punti

A Piazza Affari il Ftse Mib è salito dell’1,3% a 14.494 punti. Forte spunto per Fiat (+5,1%) in scia alla brillante performance di Chrysler. Bene anche Eni (+3,3%). Tra i bancari Intesa SanPaolo ha terminato a +2,2% e Unicredit a 2,65%. Male Terna (-1,4%) e Snam (-2,4%).

                                                                                                                                                                                                                   
Valute: euro/usd recupera nel finale di seduta

Tra le valute, vira in positivo l’euro/usd questo pomeriggio in scia con i mercati azionari. Torna a deprezzarsi lo yen vs dollaro e vs euro questo pomeriggio in scia con i mercati azionari statunitensi. Per domani ci aspettiamo che la chiusura degli indici Usa in seguito alla festa dell’Indipendenza possa portare a volumi ridotti. Intanto questa sera ci sarà la chiusura anticipata delle borse.

Macro: bene ordini industria, attenzioni restano su dati mercato lavoro

Sul fronte macro, deciso rialzo per gli ordini all’industria a maggio negli Usa. Il dato ha registrato un recupero dello 0,7% su base mensile. Positivo anche il dato che esclude la componente dei trasporti (+0,4% m/m). Il recupero era abbastanza scontato dopo i cali consecutivi dei due mesi precedenti. Il vero focus degli investitori sarà giovedì e venerdì quando saranno resi noti i dati sulle stime Adp, l’Ism non manifatturiero e i non farm payrolls, che il mercato attende con ansia. La nostra sensazione è che le figure saranno più deboli rispetto a quelle di maggio e questo potrebbe alimentare le aspettative di un quantitative easing della Fed.

Titoli di Stato: Irlanda al test del mercato giovedì

Sul fronte governativo, l’Irlanda ha reso noto che giovedì andrà in asta con un titolo a 3 mesi per 500 milioni di euro. Si tratta della prima asta da quasi due anni. La decisione viene dopo che venerdì nel Consiglio europeo è arrivata la notizia secondo cui la Ue sta valutando la possibilità che l’Esm venga utilizzato per l’acquisto di titoli di Stato per evitare l’allargamento degli spread. Non riteniamo che ci possano essere problemi legati all’emissione.
 

Commodity: petrolio potrebbe soffocare ripresa

Tra le commodity, l’oro fallisce un primo tentativo di test della resistenza a 1.620 dollari/oncia e staziona ora a 1.615 dollari. Vola il petrolio in scia alle tensioni in Iran. L’embargo imposto dalla Ue e le voci di un disegno di legge per vietare il transito delle navi battenti bandiera di Paesi dell’unione nello stretto di Ordonez sta alimentando la corsa dell’oro nero. Il Brent si è portato sopra i 101 dollari/barile per poi cedere in area 100,40, ben lontano dai 97 dell’apertura. Riteniamo che avere un petrolio a questi livelli potrebbe finire di soffocare un’economia globale in rallentamento.
Vincenzo Longo,
Market Strategist of IG Markets Italy