Quali soggetti non sono obbligati alla redazione della dichiarazione dei redditi (730 o Unico 2016)? Si tratta dei contribuenti che durante l’anno passato hanno goduto:
- solo di redditi esenti (come le rendite Inail per invalidità permanente o per morte, le pensioni di guerra, le pensioni privilegiate ordinarie corrisposte ai militari di leva, le indennità e gli assegni erogati ai ciechi civili, ai sordomuti e agli invalidi civili ed alcune borse di studio);
- solo di redditi soggetti a ritenuta alla fonte a titolo di imposta;

- solo di redditi soggetti ad imposta sostitutiva (diversi da quelli soggetti a cedolare secca, come come gli interessi sui Bot o su altri titoli di Stato);
- unicamente di redditi di fabbricati derivati dal possesso dell’abitazione principale – nel limite dei 500 euro -;
- solo di redditi da lavoro dipendente – per un valore non superiore agli 8.000 euro e un periodo non inferiore ai 365 giorni – (più i redditi da fabbricati legati all’abitazione principale);

- solo di redditi da pensione – per un valore non superiore ai 7.500 euro e un periodo non inferiore ai 365 giorni – (più i redditi da fabbricati legati all’abitazione principale);
- solo di redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente e altri redditi per i quali la detrazione prevista non è rapportata al periodo di lavoro – entro il limite dei 4.800 euro -;
- solo dell’assegno periodico corrisposto dal coniuge più altre tipologie di reddito;
- solo di compensi derivanti da attività sportive dilettantistiche – entro il limite dei 28.158,28 euro.