Le banche europee sono in crisi e un network di istituti di credito europei e internazionali ha deciso di fornire liquidità in dollari agli istituti in crisi. L’annuncio arriva dalla Banca Centrale Europea che ha diramato una comunicazione ufficiale.La nota della BCE parla degli attori coinvolti nell’affare e spiega quali sono le disponibilità che le banche centrali e altri istituti di credito possono mettere in campo per sanare la crisi in questo periodo di particolare difficoltà per gli istituti di credito europei.

Per quanto riguarda gli attori in campo si parla della Banca Centrale Europea, della Federal Reserve americana, della Bank of England, della Banca Nazionale Svizzera, della Banca del Giappone e della Swiss National Bank. Questo network, chiamiamolo così per semplicità, ha deciso di fornire liquidità alle banche in crisi con tre erogazioni.

Quindi l’operazione annunciata in una nota della BCE sarà completata in tre step successivi, con una “maturità” di circa tre mesi. Il tutto entro la fine dell’anno. Il rifinanziamento sarà effettuato a tassi fissi sulla base di aste che si terranno il 12 ottobre, il 9 novembre e il 7 dicembre.

Al di là della tempistica, l’intervento proposto dall’Eurotower sembra provvidenziale e piace agli investitori.