Nato come un progetto di salvaguardia per le città lagunari, oggi il Mose è al centro di uno scandalo che ha portato alle manette già 35 persone, mentre un altro centinaio ancora indagato dalla Procura di Venezia (clicca qui per saperne di più).

Il progetto del Modulo Sperimentale Elettromeccanico è stato pensato negli anni ’60, dopo la forte alluvione del 1966, per contrastare le ondate di marea che travolgevano le città lagunari (tra cui Venezia e Chioggia). Un totale di 78 paratoie mobili sono state posizionate per contrastare le maree nelle tre bocche di porto che sfociano nel Mare Adriatico:  il Porto di Chioggia, di Lido e di Malmocco. (scopri qui come funzionano).

Ma quanto è costato fondamentalmente questo Mose? Iniziata nel 2003, tutt’oggi la costruzione delle barriere per proteggere le città lagunari non è stata ancora terminata (sarebbe solamente all’87%), ma sarebbe già costata più di 5 milioni di euro, interamente finanziata con risorse pubbliche statali.

Per ultimarla definitivamente, a ottobre, è stato chiesto ancora un miliardo con una data di fine lavori stimata entro il 2016 ma, dato che il 12 dello stesso mese sono state erette solamente 4 delle 78 paratoie, si ipotizza uno slittamento al 2017.

foto by InfoPhoto